Il giorno in cui ho scoperto che la PNL non funzionava …

La PNL, Programmazione Neuro Linguistica, si occupa di studiare come modificare il modo in cui rappresentiamo le nostre esperienze attraverso la neurologia, così da poter comunicare più efficacemente con noi stessi e con gli altri.

Questo modello ha la sciagura di avere un nome piuttosto scontroso che si presta benissimo ad alimentare diversi luoghi comuni. E anch’io quando ho iniziato il mio percorso con la PNL sono stata messa in guardia su tutti i pericoli e con mia grande sorpresa ho scoperto che…

Mi avevano detto che mi avrebbe reso uguale a quei personaggi americani con la mascella sporgente e i denti bianchissimi, ma le mie mascelle sono rimaste della stessa dimensione e i denti dello stesso colore.

Mi avevano detto che mi avrebbe reso un’altra persona, che non mi sarei riconosciuta. E invece ogni mattina mi sveglio e trovo che sono proprio me stessa, con tanto di occhi abbottonati e nodi ai capelli. Mai riconosciuta più di adesso!

Mi avevano detto che mi avrebbe risolto tutti i problemi, e invece nessun cuoco che venga a cucinarmi a casa tutte le sere.

Mi avevano detto che avrei avuto l’intero mondo come mio amico, invece ci sono diverse persone che non mi possono vedere.

Mi avevano detto che mi avrebbe reso un’instancabile motivatrice pronta a sfoderare uno slogan da cheerleader per qualsiasi occasione, invece di coreografie e pompon per ora neanche l’ombra.

Mi avevano promesso che sarebbe stato semplice, e invece ci sono stati momenti in cui ho rimpianto di non essermi data all’ippica amatoriale.

Mi avevano detto che avrei saputo controllare le emozioni, e invece per la prima volta le ho conosciute tutte, ho imparato a chiamarle per nome e ad accettarle per com’erano, niente di più e niente di meno. 

Mi avevano detto che era un modo per convincere tutti della mia idea, invece per la prima volta ho rinunciato alla volontà di convincere tutti, ho lasciato andare le questioni di principio e la ragione a tutti i costi.

Mi avevano detto che non ne valeva la pena. Gli ho dato ragione! In fondo, la cosa più bella è poter scegliere. Ognuno dentro di sé sa se possa valerne la pena, magari no… o magari sì!

“Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare”.

Vuoi conoscermi di persona?

Se i miei contenuti ti hanno incuriosito o l'argomento dell'evoluzione personale ti interessa, puoi partecipare all'incontro di due ore che faccio presso la scuola PLS Coaching a Firenze.

Ci sarò io e Lapo Baglini a guidarti in un'esperienza formativa (gratuita) ricca di contenuti e sorprese.

Sarai indirizzato al sito di PLS Coaching dove troverai i dettagli del prossimo evento e il modulo d'iscrizione necessario per partecipare e poi ci vediamo lì!
Torna su