Abbuffate e Ghiaccioli di Pane

⁣/ ALLERT: articolo crudo /

⁣⁣Il pane è forse il cibo che meglio rappresenta il mio viaggio tra disturbi alimentari e i relativi disagi.⁣

🔹 Ho sedici anni e il pane è la prima cosa che tolgo quando decido di iniziare quella che doveva essere una semplice dieta per appianare la mia odiosa pancetta.⁣⁣Quella “semplice dieta” diventa presto tutta la mia vita portandomi via troppo chili, troppi amici, troppi anni e troppi carboidrati, mi porta via tutto a parte un’eccessiva magrezza curata con diete e psicofarmaci.⁣⁣

🔹 Quando riprendo a mangiare il pane, diventa il cibo su cui mi avvento più spesso quando di notte mangio di nascosto da tutti. Durante le abbuffate cerco il cibo come una persona in astinenza cerca la droga, dimentico tutto e il cervello offuscato non è più in grado di fermarmi dal farmi del male.⁣⁣Durante quei momenti arrivo a mangiare anche il pane surgelato, senza scongelarlo. Se non credete a me chiedete al dentista che all’epoca dovette ricostruirmi un dente che si era spezzato durante uno di quegli episodi.⁣⁣Se state pensando che questo dettaglio potevo anche risparmiarmelo, la risposta è: no, non voglio che sembri l’ennesima storia di una ragazza che lotta contro i carboidrati. Le abbuffate non sono questo. Le abbuffate ti tolgono il rispetto per te stessa.⁣⁣

🔹 Quando vivevo da sola, il pane era vietato nelle mie mura: non lo compravo mai se non in casi di ospiti a cena e finivo per mangiarne chili ogni volta che ero a cena fuori.⁣⁣ Lo sapete qual è la frase che per me rappresenta la più grande conquista oggi? ⁣

Vado a comprare il pane

Perché posso tenerlo in casa quel pane, perché sento che posso mangiarlo, smettere di mangiarlo, annusarlo, amarlo e dimenticarlo.⁣⁣

Ho ancora il dente ricostruito dal dentista che mi ricorda cosa ho passato. Passato è la parola chiave, ero io quella ma per fortuna ho smesso di credere a chi diceva che bisogna accettarsi e basta. Io mi sono accettata e sono cambiata.

⁣⁣Il resto della storia è scritta nel mio libro “Tanto Domani Non Mangio. Mi abbuffavo poi Ho Smesso”⁣⁣

Il resto della storia lo possiamo scrivere noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su