Cara la mia mente, ti scrivo…

Cara mente, ti ho odiato

Lo ammetto, a un certo punto della vita avrei solo voluto sapere dove fosse il tasto per spegnerti e non riaccenderti mai più. Tutto il tuo rimanere sulle tue posizioni, le tue questioni di principio, il tuo borbottare, il tuo “O è perfetto o non si fa”…Avrei preferito convivere con il mio peggior nemico piuttosto che con te.

Poi le cose sono cambiate. E ti devo delle scuse…

Cara mente, perdonami. 

Ti ho fatto lavorare ininterrottamente, a volte svegliandoti anche di notte con complessissimi quesiti irrisolvibili, perdonami. Ti prometto che da adesso in poi puoi dormire sogni tranquilli. Ho imparato che il letto non è il posto giusto per risolvere i problemi.

Cara mente, lo so che ami fantasticare.

So che puoi creare dal nulla problemi complicatissimi, in cui l’inizio della questione non esiste nella realtà ma solo dentro di te, so che sei in grado di preoccuparti per cose che quasi sicuramente non accadranno, so che puoi immaginarti eventi catastrofici, so che puoi trasformare la felicità in abitudine, le piccole disavventure in tragedie.

Ma insieme abbiamo imparato a creare mondi straordinari. Amo quando riesci a disegnare la mia vita a fiori e cuori, amo quando vedi il nostro futuro tutto colorato, adoro quando prendi la nostra felicità e ne fai un’esplosione di emozioni. Amo quando mi dici che qualsiasi cosa accada la possiamo affrontare, insieme.

Cara mente, grazie.

Abituata come eri ad aggrapparti alle vecchie idee sei stata disposta a scoprire cosa c’è una volta che si prova ad abbandonarle. Hai smesso di dirmi “chi nasce tondo non muore quadrato” hai iniziato a dirmi “Chi nasce tondo, rimane tondo solo se tondo si trova bene”

Cara mente, scusa.

Se a volte sono stata severa con te e ti ho zittito con violenza. So che tutte le tue critiche sono per farmi crescere, ma diciamo che preferisco averti come compagna che come professoressa so-tutto-io.

Cara mente, tieni duro.

Ci sono ancora parecchie imprese ma ti prometto che ci porteranno lontano.

Cara mente, ricordati.

Non scordare nemmeno una virgola del nostro passato. Tieni da parte con cura l’album delle foto dei momento belli e brutti, delle persone amate, degli errori e dei successi. Perché se siamo qui adesso è per quello che è stato e soprattutto per quello che sarà.

Cara mente, dobbiamo convivere ancora per diverso tempo.

Io farò del mio meglio, te fidati di me.

Grazie!

Vuoi conoscermi di persona?

Se i miei contenuti ti hanno incuriosito o l'argomento dell'evoluzione personale ti interessa, puoi partecipare all'incontro di due ore che faccio presso la scuola PLS Coaching a Firenze.

Ci sarò io e Lapo Baglini a guidarti in un'esperienza formativa (gratuita) ricca di contenuti e sorprese.

Sarai indirizzato al sito di PLS Coaching dove troverai i dettagli del prossimo evento e il modulo d'iscrizione necessario per partecipare e poi ci vediamo lì!
Torna su